Il “Ragù bianco napoletano” di Francesca Pellegrino

Il ragù in bianco è una tradizione della domenica napoletana o dei giorni di festa, quando ci si aspetta un pranzo più sostanzioso. La caratteristica principale di questo sugo in bianco è la lunga cottura a fuoco molto moderato, che garantisce morbidezza alla carne e un sapore insuperabile al primo piatto che si andrà a servire.

La scelta delle carni, che dovranno essere di ottima qualità, è fondamentale per la buona riuscita della ricetta ragù bianco.

INGREDIENTI

Quantità per 4 persone
  • 350 gr di carne macinata di bovino (non troppo magra)
  • 150 gr di salsiccia
  • 400 ml circa di brodo di carne
  • 2 – 3 cucchiai di olio extravergine
  • 1 carota
  • 1 pezzo di sedano
  • 1/2 cipolla
  • rosmarino
  • 1 tazzina di vino bianco secco
  • sale e pepe q.b.
  • PROCEDIMENTO
  • Per preparare le tagliatelle al ragù bianco iniziate dal soffritto. In un tegame scaldate l’olio con uno spicchio d’aglio e lasciatelo imbiondire. Aggiungete il sedano 2 e la carota tritati finemente
  • Unite anche la cipolla tritata e mescolate con una spatola. Lasciate cuocere qualche minuto a fuoco basso; nel frattempo sfogliate il rosmarino e tritatelo al coltello , poi aggiungetelo al soffritto. Lavate e asciugate la salvia, sfogliatela e tritatela finemente; aggiungetela al resto del soffritto  e infine insaporite con due foglie di alloro intere
  • Occupatevi ora della salsiccia: incidete, nel senso della lunghezza, il budello esterno con un coltellino ed eliminatelo con le dita ; sbriciolate la salsiccia .

    Unitela al sugo  insieme alla carne trita  e cuocete a fuoco vivace, mescolando con una spatola per spezzettarle ulteriormenete. Cuocete il tutto per qualche minuto

    Rimuovete lo spicchio d’aglio e le foglie di alloro  e sfumate con il vino bianco .

    Quando il vino sarà evaporato, proseguite la cottura unendo un mestolo di acqua calda o brodo, aggiustate di sale e pepe e cuocete a fuoco dolce per circa un’ora  aggiungendo, se occorre altra acqua. Trascorso il tempo necessario, spegnete il fuoco. Quando manca una mezzoretta al termine della cottura, mettete sul fuoco un tegame con abbondante acqua da portare a bollore: quando bolle salate a piacere e lessate le tagliatelle, lasciandole al dente .

    Scolate la pasta al dente e trasferitela direttamente nel tegame del ragù oramai pronto. Mescolate bene la pasta e legate il condimento aggiungendo eventualmente un po’ di acqua di cottura della pasta tenuta da parte. Servite subito le vostre tagliatelle al ragù bianco ancora fumanti aggiungendo una bella spruzzata di parmigiano.

    Buon appetito a tutti gli amici gustosi ed appuntamento alla prossima ricetta

Related Post