Francesca e la “Cuccia cilentana” della tradizione di San Cristofaro

Il piatto e la ricetta che oggi propongo a tutte le amiche ed amici gustosi è la “Cuccìa”  tipica del 13 dicembre, festa di S. Lucia, protettrice della vista. Diciamo subito che è un piatto non solo cilentano ma che si inserisce in quel complesso di riti e miti popolari che abbracciano tutta l’Italia meridionale.

Nel Golfo di Policastro, la tradizione della “Cuccìa” viene realizzata soprattutto nel periodo estivo, per dare modo ai numerosi turisti che affollano le località marine, di poter gustare questa tipica pietanza cilentana;  particolarmente nel mese di agosto, in molti borghi del Cilento viene proposta e noi ci dedichiamo alla  “Sagra della cuccìa” di San Cristofaro, frazione del comune di Ispani   che richiama un notevole flusso di persone che raggiunge il piccolo borgo cilentano per assaggiare e gustare questa vera specialità gastronomica.

La “Sagra della Cuccìa di San Cristofaro” di qualche anno fa

Gli ingredienti tipici della cuccìa di San Cristofaro sono il grano, mais, ceci, fagioli e lenticchie.

Per una porzione per 4 persone possono bastare 50/100 grammi per ognuno degli ingredienti.
Inoltre occorre sale, cipolla, olio extravergine d’oliva, ed a piacere un pò di peperoncino piccante.

Passiamo adesso a descrivere il procedimento.

Mettete il grano ed il mais con acqua due sere precedenti, mentre per le lenticchie, i ceci, i fagioli, basterà dalla sera precedente. In modo particolare occorre rammentare che le lenticchie devono essere messe in ammollo e cotte separatamente dagli altri legumi.

A questo punto prendete una pentola e mettete a cuocere gli ingredienti, aggiungendo del sale fino facendo bollire l’acqua per circa 5 minuti; solo a questo punto potete aggiungere le lenticchie già cotte e dopo un pò spegnete la fiamma.

In una padella aggiungete olio evo e mettete a soffriggervi la cipolla tagliata finemente ed una volta imbiondita aggiungete un po’ d’acqua di cottura dei legumi. Quando l’acqua si sarà riassorbita versate nella pentola tutti gli ingredienti. Fate riposare la cuccìa, aggiungendo, a piacere, un pizzico di peperoncino piccante e servite ben caldo.

Buon appetito a tutte le amiche ed amici gustosi

Related Post