Sull’emittente 105 TV iniziano le nuove puntate di “105 con gusto” con Francesca Pellegrino

Inizia la nuova stagione di “105 con gusto” sull’emittente televisiva del Golfo di Policastro 105 TV. Il programma, ideato e condotto dalla giornalista Francesca Pellegrino, inizia la stagione autunno inverno ospitando il dottor Luigi Bellizzi, medico chirurgo dell’Ospedale dell’Immacolata di Sapri (SA) e grande appassionato di cucina, dove riesce ad abbinare il binomio gusto/benessere presentando delle novità in campo enogastronomico.

Francesca Pellegrino e Luigi Bellizzi

La location della puntata è stato  l’Hotel “Le Piane” di Villammare ospiti del patron di 105 TV Alessandro Cocurullo. Insieme al dottor Bellizzi protagonisti della puntata due noti chef del golfo: Gerardo Parente e Pascal Sfara.

Chef Gerardo Parente
Chef Pascal Sfara

Il dottor Bellizzi prima di dare inizio alla ricetta, intervistato da Francesca, ha parlato del  “Covid 19” spiegando ai telespettatori tutte le iniziative da mettere in atto per evitare il contagio, iniziando dal lavarsi le mani, mettere la mascherina ed evitare assembramenti; in questo modo e mettendo in atto queste semplici precauzioni si riduce di molto la trasmissione del virus.

La ricetta proposta è stato un primo piatto composto da pennette, speck, robbiola, vino bianco, mandorle tritate, cipolla, olio evo, aglio, sale e pepe q.b..

Timo, cipolla ed aglio
Speck
Robbiola

In una padella abbastanza capiente mettiamo olio ed aglio che una volta imbiondito viene tolto; aggiungiamo la cipolla tagliata finemente.

Una volta che la cipolla si è appassita aggiungiamo lo speck tagliato precedentemente a striscette e sfumiamo con un bicchiere di vino bianco ed a seguire aggiungiamo la robbiola.

In una pentola con acqua salata mettiamo le pennette che scoliamo al dente e versiamo direttamente nella padella contenente il sughetto preparato precedentemente.

Passiamo all’impiatto aggiungendo le mandorle tritate e buon appettito a tutti.

Il brindisi finale è stato offerto dal patron Cocurullo abbinando al piatto un ottimo fiano cilentano.

Related Post